Commento su “Quello che le case editrici non vogliono farvi sapere”

Tra le tante pubblicità che giungono quotidianamente su Roba da scrittori, un giorno mi ha colpita quella di un libro intitolato Quello che le case editrici non vogliono farvi sapere, di Katia Deborah De Sessa, autopubblicato tramite ilmiolibro. Allora ho lanciato una provocazione:

Ciao Katia. Una curiosità: se è una denuncia perché non diffonderlo gratuitamente? O almeno con un prezzo proporzionato? Dopotutto si tratta di un brano poco più lungo di un articolo di un blog. (7 € per un volume di 60 pagine di 15 righe ciascuna, quindi non più di 38.000 caratteri, ossia 10 pagine A4, è un prezzo degno delle case editrici che tu stessa denunci)

Al che lei ha intelligentemente risposto:

Le vostre osservazioni, in questi giorni, mi hanno fatto riflettere. Con il permesso dell’admin di questa pagina indico una sorta di concorso: i primi 10 che mi contattano in pvt riceveranno il libro gratis. Gli stessi 10 decideranno se scrivere o meno una recensione (due parole) che descrivano il libro e se è il caso di acquistarlo. Che ne pensate?

L’idea è stata subito accettata e quindi eccomi qui a commentare il testo.

Il titolo è fuorviante, sarebbe stato più corretto chiamarlo Quello che alcune case editrici non vogliono farvi sapere, comunque il testo scorre decisamente veloce e si legge in fretta (io ci ho messo un quarto d’ora a finirlo).
Qualche considerazione sul contenuto: parla dei vari specchietti per le allodole che alcune case editrici utilizzano e che molto spesso funzionano, a discapito dei malcapitati aspiranti scrittori. Cose che chiunque decida di entrare a far parte del mondo dell’editoria dovrebbe sapere assolutamente. Quindi da questo punto di vista è positivo. Il lato negativo è che con un titolo simile e con l’autrice che si presenta come una persona che ha lavorato in suddette case editrice e quindi può svelare tutto ciò che c’è dietro, in realtà non aggiunge nulla di nuovo rispetto tutto ciò che su internet è già più che approfonditamente spiegato.

Ci veniva chiesto se fosse il caso di acquistarlo, e personalmente direi di no, proprio perché si tratta di una raccolta di tutto ciò che su internet è disponibile in maniera molto più specifica e soprattutto gratuitamente. Se però non si ha la voglia di mettersi alla ricerca sul web di quante sono le truffe in cui potrebbe imbattersi un aspirante scrittore pronto a illudersi al primo di qualche editore, be’ più che cadere in trappole simili è decisamente consigliabile leggere questo testo!

Si può trovare a € 4,90 cliccando qui (a differenza dei 7 € su ilmiolibro, che erano veramente troppi).

Antonio Schiena

Annunci

One thought on “Commento su “Quello che le case editrici non vogliono farvi sapere”

  1. Michael ha detto:

    Hai fatto la stessa critica che le faci io il giorno stesso della pubblicazione. Cito:
    «”Quello che le case editrici non vogliono farvi sapere”:[…]le scommesse e le risate alle spalle degli autori[…] mini-guida scritta da una addetta ai lavori. 3€ -> 17 pagine. Ho capito bene o è un libro per scherzare sul fatto che un’addetta ai lavori possa guadagnare 3€ quasi puliti su un libro striminzitino di 17 pagine? Forse sarebbe meglio dire che le risate sono per i lettori?
    Ti prego, dimmi che non è così»
    «solo fatto che 17 pagine mi costino 3€ — anche se tu ci guadagni “solo” 1,86€ — mi dava da pensare. Per carità, magari me lo scarico ed è il libro più bello del mondo. Però contando che costa quasi 18 cent a pagina (un e-book -> costo di stampa nullo, tempo di stesura, correzione, impaginazione ed editing irrisorio) lo stesso libro, fosse stato di 400 pagine (media casuale inventata in questo istante per un romanzo tipo) sarebbe costato più di 70€. Il cartaceo forse verrebbe più o meno allo stesso peso dell’argento pregiato (450€ al Kg circa).»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...