La poesia di Fabrizio De Gregorio

Autore Fabrizio De Gregorio
Titolo Cento giorni
Editore Ed. Tracce
Genere Poesia
Pagine 129
Codice ISBN 978-88-7433-697-5
Acquistalo su Unilibro.it o su Hoepli.it

Ciao Fabrizio, benvenuto a Scrivo Perché!

Ciao, ti ringrazio ancora per questa opportunità e naturalmente mi complimento con te per il lavoro che stai svolgendo!

Sei il primo autore di poesie che intervisto. Cosa significa per te essere poeti nel 2011?

Gran bella domanda. Nel mio essere “poeta” -è una parola magnifica quanto impegnativa- mi sono dovuto confrontare più volte con questo secolo XXI. Sai ho scritto proprio una poesia che parlava di questo tempo che “iroso e selvaggio corre nella foresta del mio pensiero” dove si acquieta nel fuoco con i pensieri d’amore. È un secolo strano il nostro, pauroso, e fare poesia è quanto mai necessario per esserne interpreti, per capirci in relazione ad esso, per esorcizzarlo ecco. Ma bisognerebbe discutere anni ed anni per capire cosa significa essere poeta in assoluto…

Nonostante ciò, la poesia sembra essere un genere sempre più di nicchia e pubblicare opere poetiche è un’impresa non da poco. Qual è la forza che spinge a scrivere poesie a prescindere da tutto?

Sono convinto che l’arte, tutta, sia un supremo atto di conquista. Continua a leggere

Annunci

Diletta Fabiani e la forza della musica

Autore Diletta Fabiani
Titolo d.flies
Autopubblicato tramite Lulu.com e Ilmiolibro.it
Genere Drammatico, Soprannaturale
Pagine 173
Sito (Tutte le info sul libro)
Sito/blog dell’autrice sulla scrittura
Pagina Facebook
Twitter 

Ciao Diletta, benvenuta a Scrivo Perché!

Grazie a voi per l’interessamento e la disponibilità!

Parlaci un po’ del tuo romanzo: cosa accade dopo la morte di June?

A distanza di anni dalla morte di June, l’avvenimento continua a pesare sui suoi amici nonché compagni di rock band, in particolare sul protagonista Airon. L’annuncio di un concerto-anniversario in onore dell’amico scomparso e l’incontro con un misterioso giovane chitarrista, Ken Taira, porteranno Airon a doversi confrontare ancora una volta con la morte di June. Il romanzo parte proprio da qui.

Il titolo è d.flies. Cosa significa?

d.flies è il nome della band di cui fanno parte i personaggi del libro.
Per il significato vero e proprio… beh, credo che dovrete leggere tutto il romanzo per scoprirlo! 😉 Continua a leggere

Un’intervista all’intervistatore

In genere sono io a intervistare autori emergenti come me, dopotutto il blog è nato per questo! Oggi però voglio condividere con voi l’intervista che mi è stata fatta dal sito della mia città, San Marco in Lamis.

Dopotutto è anche un modo interessante per vedere come risponde qualcuno che in genere le domande le pone 🙂

Vi lascio con uno stralcio dell’intervista, che naturalmente continua su sanmarcoinlamis.eu, buona lettura a tutti!

Noi come sempre ci diamo appuntamento per l’intervista del venerdì!

[…]

Come è iniziato il tuo percorso letterario e come vorresti che proseguisse?

Non so quale debba essere considerato l’inizio del percorso: se si parla del primo libro pubblicato, essendo “L’appetito dei sensi” il primo, naturalmente sono agli esordi; della scrittura mi occupo invece da qualche anno, con altri due romanzi scritti. […]

L’autore che più ti ha ispirato?

Non saprei davvero dirlo. Quasi sicuramente tutti gli autori che ho letto mi hanno lasciato qualcosa, ma si tratta di ispirazioni “inconsapevoli”. Di certo i quasi 50 libri letti della Christie avranno avuto la loro influenza, così come le numerose letture di John Grisham, di Dan Brown o Corrado Augias, per nominare autori contemporanei. Naturalmente spero di essere riuscito a imparare qualcosa anche da Wilde, Pirandello, Tolstoj o Pessoa, ma non me la sento ancora di affermare una cosa simile. […] Continua a leggere

Antonio

La luce e la tenebra di Ombretta Clapiz

Autore Ombretta Clapiz
Titolo Luce e Tenebra
Editore EdiGiò
Genere Fantasy
Pagine 278
Pagina Facebook

Ombretta, benvenuta a Scrivo Perché! Sono davvero contento di averti qui.

Grazie mille a te per la tua disponibilità.

Luce e Tenebra è un Fantasy che per certi versi ricorda anche le favole di una volta: una ragazza che scopre di essere la figlia di un Re quando compie 16 anni, quando riceve un pacchetto con una chiave e un indirizzo da raggiungere. Il rischio di una sanguinosa guerra è quanto mai reale e, come dice la profezia di una vecchia veggente, solo lei e il suo amore potranno evitarla.
Cosa vuoi dirci ancora sul tuo romanzo?

In effetti, devo dire che adoro le vecchie favole. quelle in cui il bene e il male erano ben definiti e in eterna lotta tra di loro. La protagonista del mio romanzo si ritrova suo malgrado in una situazione in cui non pensava mai di potersi trovare e all’inizio non è affatto convinta di lasciarsi coinvolgere. Poi la situazione, le persone che incontra la convincono che non può andare contro il suo destino.

A quale personaggio del romanzo sei più legata e perché?

Sicuramente a Kris, la protagonista. È una ragazza semplice e tranquilla, al contrario della sua amica Clarissa, Continua a leggere

Con Angelo Franchitto contro il pregiudizio

Autore Angelo Franchitto
Titolo Amare Diversamente
Editore Autopubblicazione
Sito www.amarediversamente.com
Genere Saggio pedagogico
Pagine 114
Pagina facebook 

Ciao Angelo! Benvenuto a Scrivo Perché!

Ciao, grazie a te.

Il tuo Amare diversamente è un saggio sull’omosessualità. In che modo hai deciso di trattare l’argomento?

È un saggio strutturato in maniera pedagogica, cioè scritto presentando il tema dell’omosessualità, senza dare alcun giudizio, ma guardando come uno spettatore esterno ciò che è la realtà omosessuale e cercando di far capire l’importanza di aprire la mente a tutta la realtà, senza pregiudizi e stereotipi.

Una maniera intelligente di parlarne, essendo un tema troppo spesso soggetto proprio a imbarazzanti stereotipi…
Tollerare e dichiarare la propria sessualità in Italia crea ancora tante paure. Perché è così difficile accettare se stessi?

Non è difficile accettare se stessi. In realtà temiamo molto il giudizio degli altri. Sicuramente ciò che ci fa sentire “uniti” sono le cose che condividiamo. Continua a leggere